Italia-Belgio 2-0: esordio vincente per gli Azzurri!

OkEuropei5È bello vedere tante persone, legate dal medesimo obiettivo, condividere sorrisi, tensioni ed emozioni: dopo una buonissima grigliata, la Oksquadra si è riunita davanti allo schermo pronta a sostenere gli Azzurri!

“Non sempre vincono i più forti, ogni tanto vincono i più bravi”. Così diceva domenica in conferenza stampa il capitano, Gigi Buffon. Sembra aver visto la partita con 24 ore di anticipo, perché Belgio-Italia è stata esattamente così.
I Diavoli Rossi di Wilmots sono senza dubbio la squadra con più talento, più giovane e, nonostante la sconfitta, rimangono tra le favorite per la vittoria finale. Di fronte però hanno trovato un’Italia piena di orgoglio, umiltà, abnegazione e spirito di gruppo, tutte qualità insite nell’indole del calciatore italiano, ma sicuramente esercitate e perfezionate dal condottiero in panchina.
Il tasso di nervosismo, grinta e convinzione ha fatto sì che ieri sera Antonio Conte corresse più di molti giocatori belgi e che la squadra ricevesse i giusti input per dare il massimo su ogni pallone.

Al termine del match Bonucci ha dichiarato espressamente che l’Italia è una squadra dalle “palle quadrate” che darà filo da torcere a qualunque altra che troverà nel suo percorso. Come abbiamo potuto constatare dalle dichiarazioni e dall’atteggiamento in campo, la Nazionale di Conte sopperisce alla mancanza di grandi giocatori (specie a livello offensivo) con gli uomini, aspetto a cui l’allenatore salentino dà sempre la priorità.

A essere del tutto corretti, la partita inizia nel migliore dei modi, con l’Italia che arriva al tiro soltanto alla mezz’ora, dopo che Buffon è già stato impegnato da Nainggolan ben più pericolosamente. Poi però il lancio di Bonucci sorprende la difesa del Belgio e Giaccherini insacca l’1-0.
Gli Azzurri tengono il piede saldo sull’acceleratore e vanno vicini al gol con Candreva e soprattutto con un colpo di testa di Pellè che va a baciare il palo alla destra di Courtois. Pian piano il Belgio si risveglia e comincia ad attaccare con una certa insistenza, ma senza creare particolari occasioni da gol, se non qualche tiro dalla distanza.
Al riposo gli Azzurri sono avanti 1-0, ma sanno di doversi preparare a una ripresa di grande sacrificio. Il secondo tempo rispetta le attese, con il Belgio che tiene in mano il pallino del gioco e la squadra di Conte che non concede spazi. Per assurdo, l’unica vera occasione per gli uomini di Wilmots nasce da una palla persa da Darmian da azione di calcio d’angolo, i rossi ripartono in velocità e Lukaku sbaglia solo contro Buffon.

Negli ultimi venti minuti gli Azzurri sono alle corde, ma riescono ad andare in contropiede e creare occasioni importanti con Pellè prima e Immobile poi, ma in entrambi i casi Courtois si supera e concede corner. Nell’area azzurra arrivano di continuo palloni bollenti, ma nessuno termina in rete. Finché, allo scadere dei tre lunghissimi minuti di recupero, riparte Immobile che libera Candreva il quale crossa per Pellé che esplode il destro nella porta semivuota e manda in delirio il pubblico italiano e la nostra Oksquadra.

OkEuropei4Certamente, come dice Conte, non si è fatto ancora nulla. Tuttavia, dopo tutte le polemiche per le convocazioni e le critiche verso gli Azzurri, questa vittoria è manna dal cielo. Oltretutto, il Belgio è l’avversaria principale del girone e quindi al lato pratico il risultato di Lione è ancora più importante. Ora c’è la Svezia e Ibra avrà sicuramente molta fame dopo il pareggio con l’Irlanda condizionato da una prestazione sicuramente sottotono degli scandinavi, che si sono salvati solo con un’azione conclusa dal gigante di Malmö che ha causato l’autogol di Clark per l’1-1 finale.
La strada è ancora molto lunga e piena di insidie, specie se consideriamo che storicamente l’Italia fa fatica contro le squadre di livello inferiore, come lo sono Svezia e Irlanda e come potrebbe capitare nell’eventuale ottavo di finale.
Ciò che abbiamo capito dalla partita contro il Belgio è che i ragazzi daranno il 200% in ogni secondo di questi Europei e che con la forza di volontà possiamo arrivare molto più lontano di quanto si possa pensare.

Chiamala scaramanzia o forza del gioco di squadra, ma le prossime partite dell’Italia si vedranno di nuovo tutti insieme nella nostra Okterrazza! Venerdì 17 giugno Italia-Svezia: pronto a fare il tifo con noi?

By Andrea Azimonti

Entra in OkNetwork

Carrello