24
Ott
2016

Comitato pendolari Gallarate-Milano: “le nostre richieste per migliorare il servizio”

Per votare il tuo vincitore, effettua il Login!

Con l’approssimarsi dell’entrata in vigore dell’orario invernale e della riunione del Quadrante Ovest, il coordinatore Raffaele Specchia, per conto del comitato dei pendolari della tratta Gallarate-Milano, ha scritto ai responsabili di Trenord, ai sindaci dei comuni interessati, all’assessore ai Trasporti Dott. Alessandro Sorte, al Presidente della Commissione Mobilità Dott. Alessandro Sala e ai vari consiglieri regionali per esporre alcune, essenziali, richieste al fine di migliorare il servizio per i pendolari.

Il comitato ricorda come, in occasione dell’ultima riunione, sia stata presentata una mozione, sostenuta da molti comuni del territorio dell’Alto Milanese (Gallarate, Busto Arsizio, Legnano, Canegrate, Parabiago, Vanzago, etc), nella quale venivano richieste:
– Introduzione di un treno diretto delle 17.02 o 17.06 da Milano Porta Garibaldi, con fermata Rho Fiera, Legnano, Gallarate;
– Creazione delle fermata del treno a Legnano (traccia 19.30) per il RE 20320 da Milano Porta Garibaldi (partenza 19.06) a Luino;
– Introduzione dei Coradia a sei casse per i treni 5305 e 5328.

Richieste che, se attuate, porterebbero numerosi benefici ai trasporti locali come svuotare il passante suburbano S5 23056 e migliorare le condizioni di viaggio dei regionali e, di conseguenza, dei passanti, dirottando i viaggiatori di Legnano dei passanti sui regionali.

Inoltre il comitato ha avanzato altre richieste e idee:
– Il mantenimento per il RE 5303 e corrispondenti (5324) con materiale composto da due TSR R3 accoppiati;
– Una maggiore attenzione da parte di Trenord per il treno 5300, che vive un periodo abbastanza “critico”, con conseguenze sul treno 5305;
– Una migliore comunicazione tra le centrali operative di Trenord e RFI. Infatti, spesso, i ritardi o le variazioni presenti nei sistemi di Trenord vengono annunciati dopo decine di minuti, quando non addirittura ignorati nelle stazioni;
– Più attenzione e cura dei materiali (toilette fuori uso perché sature, vetture con riscaldamento fuori servizio, etc);
– Una più rilevante attenzione da parte di RFI per gli ascensori già installati.

Vorremmo avere risposte puntuali a queste richieste – fanno sapere i pendolari attraverso la loro missiva -, con l’auspicio di vederle concretamente accolte dal prossimo orario“.

(nella foto la stazione di Legnano)

Lascia un Commento

Questa settimana parliamo di:Eventi del territorio

Altri articoli
Entra in OkNetwork

Carrello