11
Nov
2016

Dai comuni del Legnanese un no alla violenza contro le donne

Per votare il tuo vincitore, effettua il Login!

Il 25 novembre sarà celebrata la giornata internazionale contro la violenza sulle donne.
L’amministrazione comunale di Legnano, in collaborazione con la Commissione Femminile e Pari Opportunità, la Rete Antiviolenza Ticino-Olona e i Comuni di Cerro Maggiore e Rescaldina, presenta un intenso e significativo programma di eventi che sarà aperto sabato 12 novembre con l’inaugurazione di un angolo culturale a tema all’interno della Biblioteca Civica “Augusto Marinoni” di via Cavour 3/a. schermata-2016-11-11-alle-10-10-45

Grazie al coinvolgimento di Confcommercio Alto Milanese e della Galleria del Libro, le librerie cittadine allestiranno delle vetrine sul tema della giornata con un sconto del 10% sui libri esposti.
Domenica 13 novembre, dalle ore 10 alle 17, presso le Gallerie Cantoni sarà aperto uno spazio informativo a cura della Commissione Femminile e Pari Opportunità con distribuzione di documentazione di pubblica utilità.

Venerdì 18 novembre, alle ore 21, nella Sala Stemmi di Palazzo Malinverni, si terrà la presentazione del libro “Dio odia le donne” da parte dell’autrice Laura Sgrena.
La giornalista dialogherà con due donne impegnate in politica con alle spalle differenti sensibilità: Paola Pessina, già sindaco di Rho, e Piera Mercedes Landoni, vicesindaco di Cerro Maggiore e referente della Rete Antiviolenza Ticino-Olona. conf-no-violenza-donne-2

Giovedì 24 novembre, al Palazzo Leone da Perego, è in programma un incontro dal titolo “Le leggi delle donne che hanno cambiato l’Italia” con la presenza dell’on. Livia Turco.

Il clou delle manifestazioni sarà domenica 27 novembre, in piazza San Magno, con una serie di interventi curati dagli studenti delle scuole medie superiori di Legnano (Bernocchi, Dell’Acqua e Galilei).
Eventi sono in programma anche nei Comuni di Cerro Maggiore e Rescaldina.

A partire dalla progettazione e dagli interventi, fino ai servizi e alla sensibilizzazione, la Rete Antiviolenza Ticino-Olona che opera in 51 Comuni del Legnanese, Castanese, Magentino e Abbiatense, ha prodotto risultati insperati per il territorio. locandina
Quest’anno la Regione Lombardia ha sostenuto i progetti con un contributo di 87mila euro e ha consentito di prendere in carico centinaia di donne sole e con bambini e ridare loro la speranza di uscire dalla violenza.

Lascia un Commento

Questa settimana parliamo di:Eventi del territorio

Altri articoli
Entra in OkNetwork

Carrello