23
Ott
2012

Mezzo milione di buoni postali (nominativi) trovati nelle campagne

Stava passeggiando per le campagne ossonesi quando, ad un certo punto, ha notato alcuni sacchi sparsi in mezzi all’erba. Un cumulo di immondizia un po’ strano che Francesco, un 40enne di Ossona, ha osservato meglio, scoprendo che si trattava di buoni postali. Per un valore elevatissimo secondo una prima e rapida occhiata. Francesco non ci ha pensato un secondo di più, ha raccolto il materiale e lo ha consegnato alla Polizia locale di Ossona. Le indagini sono partite immediatamente. Il pacco di buoni postali si trovava vicino all’autostrada, abbandonato in fretta e furia da qualcuno. Il mistero è stato subito risolto. 

I buoni erano stati arraffati da una banda di malviventi durante un furto perpetrato a Cerro Maggiore all’incirca un mese fa. Ed erano tutti nominativi, quindi era impossibile incassarli per i ladri. Che se ne sono disfatti gettandoli durante il passaggio lungo l’autostrada A4, con qualche rincrescimento visto che il valore complessivo, interessi compresi, ammontava a circa 500mila euro. Il gesto dell’ossonese è stato importante perché ha consentito ai legittimi proprietari dei buoni postali di rientrare in possesso del tutto evitando lungaggini burocratiche alle quali sarebbero stati obbligati.

naviglioparlante

 

Lascia un Commento

Questa settimana parliamo di:Eventi del territorio

Altri articoli
Entra in OkNetwork

Carrello