Hit estive: cos’è per noi la musica d’estate

Play. Un gesto automatico, lo si fa tutte le mattine. C’è chi usa un’applicazione apposita, chi lascia che la radio faccia da sé, chi sogna dopo aver inserito un CD o chi riflette con le cuffie alle orecchie guardando fuori dal finestrino dell’autobus o del treno. Che sia dicembre o agosto, maggio o settembre, le scene della mattinata lavorativa o scolastica si ripetono con un certo meccanicismo.

Eppure, c’è un periodo dell’anno in cui cresce all’impazzata la voglia di farci accompagnare dalle note di una canzone in ogni singola azione che compiamo. D’estate abbiamo quasi una necessità psicofisica di musica, forse perché siamo annoiati dal rumore del traffico o perché il caldo asfissiante ci annebbia le idee e abbiamo bisogno di rinfrescarci la mente con qualcosa che ci faccia evadere dal quotidiano e ci trasporti in un’altra dimensione.
mfront_festaspiaggiaSpesso, però, abusiamo di questo rilassante, specie se ci sono delle canzoni che inevitabilmente rispecchiano perfettamente il nostro mood. Probabilmente è da questo processo mentale e fisiologico che nascono quelli che, spesso con intento dispregiativo, vengono chiamati tormentoni estivi, o hit estive. Per tormentoni, si intende quel tipo di canzone che raggiunge il suo massimo successo nel periodo estivo e che viene ascoltata tanto quanto serve per passare dall’amore a prima vista di fine maggio alla sensazione mista di disprezzo e stanchezza di inizio settembre.

Per quanto li si possano rinnegare alla fine di un’estate, i pezzi sono comunque entrati a far parte del nostro immaginario e spesso rimaniamo colpiti nel riascoltarli anni dopo. Anche i meno passionali riconosceranno che in noi riecheggiano ancora le note di canzoni come il Gioca Jouer, Aserejé e Vamos a la Playa, fino ad arrivare a quelli più recenti come Waka Waka, Danza Kuduro, Balada Boa o El Mismo Sol. Anche quest’estate ci sarà da prepararsi, dato che Alvaro Soler, Enrique Iglesias, Alan Walker e Sia hanno già scaldato i motori e i loro pezzi sono già in testa alle classifiche.

Per entrare nei nostri cuori forse servirà loro ancora tempo, ma siamo solo all’inizio e il tempo non manca. Come dicono J-Ax e Fedez, “Ancora un’altra estate arriverà”, quindi sarà meglio divertirci fino a luglio e metterci l’anima in pace per la seconda parte della stagione, per poi ripartire e rimpiangere le hit estive con l’arrivo dell’autunno.

Entra in OkNetwork

Carrello