13
Mag
2015

Palio di Legnano 2015: a OkRadio la contrada San Martino

Il Palio di Legnano si sta avvicinando sempre più, Domenica 31 Maggio, mentre prosegue la visita delle contrade a OkRadio. Quest’oggi è stata ospite la contrada di San Martino.

A rappresentare i colori bianco e azzurro di San Martino il Gran Priore Paolo Bo e la castellana Sharon Dentali.
La vita in contrada, il bello dell’appartenenza, l’attesa del grande evento, i ricordi più emozionanti: tutti temi toccati durante la loro piacevole intervista con Sofia.

Video della puntata a “The Box” della contrada San Martino:

 

SAN MARTINO
Motto: “usque ad finem
Simbolo: il santo protettore nell’atto di dividere il proprio mantello con un mendicante
Sito
In questa contrada sono avvenuti ritrovamenti archeologici, ovvero una tomba romana presso il ponte verso Castellanza, che testimoniano l’esistenza di antichi insediamenti abitativi nella zona.
La chiesetta oratorio di San Martino risale invece al Settecento. La leggenda narra che un palafreniere, esercitando cavalli focosissimi, si perse nella boscaglia. Tornato indietro, s’imbatté in un giovanissimo boscaiolo che raccoglieva legna. „Ragazzo”, disse il palafreniere „mi sai dire dove mi trovo e quale via devo prendere per tornare al mio re che m’aspetta?”. San_Martino
Il boscaiolo tolse un virgulto da una pianta di gelso e con quello fece segno verso il cielo. Il palfreniere alzò lo sguardo e vide tra gli alberi un quadrato di cielo limpido e in mezzo una candida croce. Il legnaiolo fece segno nella direzione di uno dei bracci della croce e poi disse: „Vai sicuro dal tuo re e Dio ti protegga con lui.”.
Il palfreniere voleva dare una mercede al giovinetto, ma questi non volle nulla in cambio, solamente il permesso per sé e per la sua gente di fregiare la casa e le vesti con la croce apparsa nel cielo. Quella fu il segno della gente di S. Martino.
Un’altra più recente leggenda riferisce di un pastorello smarritosi per inesperienza nella pianuta attorno alla cappella, sui cui ruderi sorse nel ‘700 l’attuale chiesetta, il primo giorno in cui aveva guidato le pecore al pascolo. Quando ormai aveva perso ogni speranza e stava scoppiando a piangere impaurito, alzò gli occhi verso l’alto per implorare l’aiuto divino. All’improvviso una croce luminosa gli apparve nel cielo azzurro e gli indicò la giusta direzione.
La bandiera di contrada riproduce i colori di questo prodigio e reca anche l’immagine di San Martino a cavallo nell’atto di dividere il mantello con il mendicante.

Ultima vittoria del Palio di San Martino correva l’anno 2003. San Martino ha vinto in totale 4 pali.

Questa settimana parliamo di:Eventi del territorio

Altri articoli
Entra in OkNetwork

Carrello