Focaccia di farina di castagne con pancetta e pecorino

Foto ricetta – focaccia di farina di castagne

 

Da sempre, il mio palato preferisce i sapori salati a quelli dolci. In effetti non vi ho mai confessato che non mangio cioccolata, Nutella o cose simili.

“Non regalatemi cioccolatini perciò, ma un bel pezzo di focaccia genovese con abbondante olio e sale!”

Scherzi a parte, sono portata a fare ricette che siano verso il salato, ma questa esce un po’ da questo concetto e pur essendo una focaccia, si avvicina ai gusti più ‘dolci’. Intendiamoci, è da servire come aperitivo o antipasto, non a fine pranzo, ma non ha il carattere forte della tipica focaccia.

Devo fare anche una precisazione: sebbene sia fatta con farina di castagne, la focaccia di cui vi sto mostrando la ricetta richiede lievitazione e perciò non è adatta alle persone celiache poiché insieme alla farina di castagne va mischiata anche la farina classica 00.

Ingredienti:
400 g di farina 00
150 g di farina di castagne
25 g di lievito di birra
1 cucchiaino di zucchero
3 dl di latte
rosmarino
300 g di pancetta
pecorino
olio extravergine di oliva, sale, pepe q.b.

Tempo di preparazione: 2 ore compresa la lievitazione

 

Difficoltà di preparazione: media

Ricetta della focaccia di farina di castagne:

Fate intiepidire 20 cl di latte e scioglietevi il lievito di birra aggiungendo un cucchiaino di zucchero che servirà per velocizzare la lievitazione.

Setacciate la farina 00 e la farina di castagne e versatene metà in una ciotola alla quale unirete il lievito sciolto nel latte. impastate per bene fino ad ottenere un impasto morbido, come quello della pizza. Coprite con una pellicola o un canovaccio pulito e lasciate lievitare per almeno 30 minuti in un posto caldo (il calore aumenta la lievitazione).

Aggiungete all’impasto lievitato il resto delle farine, un pizzico di sale (siate abbondanti poiché la farina di castagne tende al dolce), 4 cucchiai di olio e il resto del latte sempre intiepidito. Impastate con vigore finché non otterrete una pasta elastica e lucida sulla superficie. Dividete la pasta in pagnottelle non troppo grandi, ungetela leggermente con dell’olio poi incidetele a croce; lasciate quindi lievitare coperte da uno straccio pulito per un’altra ora.

Trascorsa la seconda lievitazione, prendete ciascuna pagnottella e appiattitela sul piano di lavoro leggermente infarinato. Premete con i polpastrelli sulla superficie in modo da creare delle fossette tipiche della focaccia e fate lievitare per un’altra mezz’ora. nel frattempo fate riscaldare il forno a 220°.

Ponete ora le focaccine – che si saranno leggermente gonfiate – sulla griglia del forno ricoperta da carta forno e fate cuocere per circa 20 minuti (controllate voi iil punto esatto di cottura, non devono diventare troppo scure altrimenti saranno dure e secche).

Spegnete il forno, estraete le focacce e guarnitele con una fetta di pancetta, delle scaglie di pecorino, foglie di rosmarino e una spolverata leggera di pepe nero. Rimettete in forno per pochi minuti, giusto il tempo di dare la giusta croccantezza alla pancetta e far scaldare il pecorino.

Servite calde come aperitivo o antipasto, con degli acini d’uva di accompagnamento.

Abbinamento proposto: Alto Adige d.o.c moscato giallo (secco)
Il piatto è caratterizzato da una buona componente grassa conferita dalla pancetta, e da una lieve tendenza al dolce per via della farina di castagne e della pancetta. L’aromaticità del piatto è buona grazie alla presenza del pecorino, del pepe e della castagne. Il vino scelto ha una componente acida che riesce a ripulire la bocca dal grasso del piatto. Inoltre essendo il moscato un vitigno aromatico, possiede sia una componente olfattiva importante che una buona morbidezza, che vanno entrambe a bilanciare quelle della focaccia.

Buon AppetitOK!

 

Lascia un Commento

Entra in OkNetwork

Carrello