19
Dic
2016

Superstrada, Robecco: “A Roma incontro sommario e frettoloso”

Per votare il tuo vincitore, effettua il Login!

Martedì 15 dicembre si è svolta a Roma l’attesa assemblea indetta dal Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici nella quale è stata esposta la situazione riguardo alla realizzazione della superstrada nei tratti SS11 Padana Superiore – SS494 Vigevanese – 1° stralcio da Magenta a Vigevano.
Come comunicato dal comune di Robecco sul Naviglio, “erano presenti, dei comuni coinvolti solo Boffalora sopra Ticino (assessore e tecnico comunale), Magenta (assessore e capo di gabinetto), Robecco sul Naviglio (sindaco, vice sindaco e due assessori).
Vogliamo informare la cittadinanza robecchese che si è trattato di una “frettolosa e sommaria” presentazione del Progetto definitivo che è pervenuto ai Comuni nell’aprile del 2015.
Da questa veloce presentazione dell’opera, sembra che non siano state recepite in toto le osservazioni fatte in precedenza dalle diverse Amministrazioni.
Inoltre, in fase espositiva è stato ribadito che il progetto rientra in Legge Obiettivo”.

La presentazione stava addirittura per essere rinviata, se il Comune di Robecco sul Naviglio, non avesse preteso con determinazione la trattazione all’OdG, come previsto nella convocazione.
Con rammarico – fanno sapere da Robecco – abbiamo dovuto constatare che l’Assessore alle Infrastrutture e mobilità di Regione Lombardia, Alessandro Sorte, aveva già abbandonato l’adunanza al momento dell’esposizione dell’OdG che ci riguardava. Possiamo solo immaginare che fosse già informato della situazione, ma il suo posto avrebbe dovuto essere accanto agli Enti del suo territorio.
Il tutto si è concluso in poco più di dieci minuti rimandando qualsiasi decisione e dibattito all’adunanza dell’Assemblea Generale del 27 gennaio 2017.
Siamo rimasti profondamente delusi dal marcato individualismo dei Comuni di Magenta e Boffalora sopra Ticino, i quali sono intervenuti solo per chiedere la variante di Pontenuovo, indipendentemente dalla realizzazione dell’intera tratta.
A tal proposito, abbiamo espresso la nostra ferma contrarietà. È ormai chiaro a tutti e confermato in più tavoli istituzionali che la variante di Pontenuovo è indissolubilmente legata al destino della Tratta A (Magenta – Robecco – Albairate – Abbiategrasso).
Nonostante tutto, continueremo a impegnarci per arrivare a una soluzione adeguata e definitiva, che sembra sempre meno un miraggio, nell’interesse di Robecco e del territorio.

Come nostra consuetudine, abbiamo voluto raccontare con la trasparenza di sempre quanto accaduto mettendoci la faccia e il coraggio. Pertanto, anticipiamo che prima del prossimo incontro, già fissato per il 27 gennaio 2017 a Roma, ci confronteremo con la cittadinanza in un’adunanza pubblica.”

Ad essa sono stati invitati anche gli onorevoli Francesco Prina e Paolo Cova, agli assessori regionali Massimo Garavaglia, Luca Del Gobbo, Alessandro Sorte.

Lascia un Commento

Questa settimana parliamo di:Eventi del territorio

Altri articoli
Entra in OkNetwork

Carrello